Lin & Gareth Davis, produttori di orsacchiotti

  questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali Per Lin e Gareth Davies, la squadra di creatori di orsi di marito e moglie e i membri della Country Living Guild, i tradizionali orsacchiotti fatti a mano sono vere fatiche d'amore.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 1 di 8 Lin & Gareth Lin e Gareth Davies non sono né artisti né hobbisti. La coppia creativa - i recenti trapianti dalla Pennsylvania nord-orientale a Los Lunas, New York - preferiscono pensare a se stessi come 'fabbri', chiari e semplici. Negli ultimi 12 anni hanno realizzato tradizionali orsetti in mohair di alta qualità, per la gioia dei bambini, degli appassionati di orsacchiotti e di altri seri collezionisti di tutto il mondo.

Per Lin Davis, una casalinga, e suo marito Gareth, un insegnante di fisica e scienze della terra in pensione, la decisione di diventare produttori di orsi è arrivata casualmente. 'Quando nostra figlia Mindy, che ora ha 35 anni, è nata con disabilità fisiche, avevo bisogno di fare qualcosa che mi permettesse di lavorare da casa', spiega Lin. 'Ho iniziato a realizzare cuscini e trapunte con ritagli di tessuto e alla fine mi sono dedicato alla realizzazione di animali di peluche. Anni dopo, un amico mi ha incoraggiato a realizzare un orsacchiotto di mohair. Da quel primo orso, sono stato conquistato'.

Nella foto: Sposati da 37 anni, i Davies ora dedicano i loro giorni di pensionamento alla creazione di tradizionali orsacchiotti.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali Due di 8 Trio di orsi Ricordando i giocattoli di stoffa prodotti da produttori tedeschi e inglesi a metà del XIX secolo e gli orsetti di peluche resi popolari come 'mascotte' per la campagna presidenziale di Teddy Roosevelt del 1904, ciascuno degli orsetti in mohair di Lin e Gareth ha un design unico, che riflette un'individualità in di cui i Davies sono molto orgogliosi. 'Sebbene traiamo ispirazione da molte fonti, inclusi i produttori tedeschi tradizionali come Steiff, i nostri orsi sono nostri', afferma Gareth.

Nella foto: Un trio di orsetti in mohair rivela alcuni dei suoi modelli, dimensioni e trame disponibili dai produttori di orsi Lin e Gareth Davis.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 3 di 8 Cuciture L'arte di dare vita a un orso di peluche implica una vera collaborazione dei talenti di Lin e Gareth, con ogni orso che passa avanti e indietro da un paio di mani all'altro fino al completamento.

Nella foto: Cuciture a macchina.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 4 di 8 Tracciare i modelli 'Compravo fogli di Mylar per creare modelli riutilizzabili. Poi un amico medico mi ha suggerito di provare a utilizzare alcune delle sue vecchie pellicole a raggi X esposte', afferma Gareth, che disegna disegni originali e crea modelli per un massimo di 25 singoli corpi parti necessarie per fare ogni orso.

Nella foto: Tracciare motivi su mohair.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 5 di 8 Giunti a coppiglia Quindi traccia i modelli su mohair importato dalla Germania e taglia i singoli pezzi a mano, imbottindo gli arti, i corpi e le teste che Lin ha cucito e attaccando le giunture a coppiglia di metallo che danno a ciascun orso il suo raggio di movimento.

Nella foto: Fissare le coppiglie agli arti.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 6 di 8 Dettagli a mano Lin poi finisce di cucire a mano le cuciture e le facce degli orsi, attaccando le orecchie, posizionando gli occhi di vetro e ricamando il naso e la bocca, dando a ogni orso la propria identità. 'Prima di iniziare, pianificavo il viso, ma ora mi piace lasciare che la personalità dell'orso si riveli nel processo', dice.

Nella foto: Ricamare il naso e la bocca di un orso.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 7 di 8 Laboratorio Mentre a volte la coppia produce ancora orsetti imbottiti in fibra di legno (riempiti in modo eccellente) - nella tradizione dei loro antenati che fabbricavano giocattoli di peluche -, come la maggior parte dei produttori contemporanei, si sono rivolti a materiali di riempimento moderni, tra cui la polifibra, pellet di plastica riciclata e perline di vetro. Oltre a fornire un materiale più lavorabile e fare buon uso di prodotti riciclati, gli orsetti realizzati con pellet e perline sono meno rigidi e più abbracciabili rispetto ai modelli excelsior, secondo Gareth.

Nella foto: Gli orsi dei Davies nascono in un laboratorio di casa.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 8 di 8 Un orsacchiotto di Davies Ci vogliono diverse ore per completare un orso di taglia media dall'inizio alla fine. Sebbene Gareth abbia sostenuto Lin nel suo sogno fin dall'inizio - insegnando cinque giorni a settimana e poi aiutando a fare gli orsi e partecipando a mostre di artigianato nei fine settimana e durante le vacanze estive - Lin rimane stupita di quanto sia diventato devoto suo marito di 37 anni a facendo gli orsi a tempo pieno da quando è andato in pensione nel 1994. 'Lo prendo in giro per aver rinunciato a un lavoro di cinque giorni a settimana per lavorare sette giorni, senza sosta'. La dedizione reciproca ha reso la realizzazione degli orsi un vero lavoro d'amore per entrambi.

Nella foto: Ripieno di polifibra e palline di plastica riciclata, ogni orso è realizzato a mano con mohair importato e ha occhi di vetro, naso e bocca ricamati a mano, arti e testa mobili e un giubbotto di feltro. Prossimo Denise Carpentier, artista della ceramica Pubblicità - Continua a leggere di seguito