Cozbi Cabrera, bambola fabbricante di bambole

  questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali Le bambole - o munecas in spagnolo - quello Vita di campagna L'artigiana della gilda Cozbi A. Cabrera, l'artigianato nel suo studio di Brooklyn, New York, sta alimentando un rinnovato interesse per le bambole di stoffa realizzate in modo tradizionale, non solo per il loro raffinato lavoro manuale, ma anche per l'orgoglio culturale che riflettono.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 1 di 9 Muneca seduto in abito giallo Per Cozbi Cabrera, il desiderio di realizzare bambole l'ha colpita dopo aver visitato numerose mostre e fiere di antiquariato. 'Molto di ciò che ho visto, in particolare per quanto riguarda le bambole nere, era fatto piuttosto male e non necessariamente qualcosa fatto per amore', dice Cozbi. 'Volevo sentire che se qualcosa fosse sopravvissuto come un artefatto - tra 25, 50 o 100 anni da oggi - sarebbe stato realizzato magnificamente e un riflesso dell'abilità e dell'orgoglio del suo creatore', aggiunge. Le bambole Cozbi - o munecas, come le chiama in onore della sua eredità honduregna, centroamericana - sono realizzate a mano con lino naturale, cotone, lana e tessuti vintage. Le loro dimensioni vanno da figure in piedi da 13 pollici a bambole da sedia sedute da 46 pollici.

Nella foto: Questa bambola seduta simboleggia gli squisiti dettagli per i quali sono noti i Cozbi munecas. Il suo vestito è in shantung di seta tinto in tè con bordi scottati e un corpetto di pizzo vintage. Il capo è impreziosito da patchwork di giostre e perline a mano.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali Due di 9 Cozbi Cabrera Anche se il passaggio da art director a creatore di bambole sembra insolito, non è così inverosimile come sembra a prima vista. Almeno, non nel caso dell'artigiana Cozbi Cabrera con sede a Brooklyn, New York, che ha lasciato una carriera di successo di 15 anni nella progettazione di imballaggi presso Atlantic Records e Sony Music per esplorare i suoi talenti creativi nei mezzi più morbidi di tessuti, filati e fili. 'Mi è sempre piaciuto cucire, anche da ragazzina', dice Cozbi. 'Ma è stato solo quando ho iniziato a visitare gli spettacoli di antiquariato che l'impulso di creare bambole di stoffa come hobby - per non parlare di un'attività - mi è venuta in mente'.

Combinando le sue capacità di cucito con il suo background di design della comunicazione presso la Parsons School of Design, ed esperta nelle sfide della costruzione, che si tratti di imballaggi o bambole, Cozbi ha iniziato a sperimentare nel 1988 con l'artigianato e raffinando i suoi munecas di stoffa altamente unici. 'Le primissime bambole erano varietà di pezza, ed ero determinato che tutte le cuciture sarebbero state cucite a mano', ricorda. 'Non mi ci è voluto molto per rendermi conto che la quantità di tempo spesa a cucire ogni bambola dalla testa ai piedi sarebbe stata spesa meglio per i dettagli più fini applicati a mano che conferiscono a ogni nuova creazione la sua individualità e il suo fascino personale', aggiunge Cozbi. Oggi le cuciture sono cucite a macchina, ma l'assemblaggio, la costruzione e le meticolose rifiniture sono tutte fatte a mano dalla stessa Cozbi. Le bambole sono realizzate in dimensioni che vanno dalle figure in piedi a quelle sedute e con design da stravaganti a etnici distintivi.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 3 di 9 Mio dolce paradiso I dettagli fini sono evidenti in ogni bambola Cozbi, come Mi Cielo Dulce ('My Sweet Heaven'), con la sua gonna di tulle, il corpetto di pizzo vintage, gli stivali di seta e corona di perline e ricami.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 4 di 9 L'area di lavoro di Cozbi Schizzi, pennelli e materiali di sartoria assortiti sono a disposizione dell'artista.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 5 di 9 Forma del vestito Il manichino della sarta rivela la nuova avventura di Cozbi: una linea di abbigliamento per donna e bambino.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 6 di 9 Materiali naturali Cozbi utilizza una varietà di materiali nella costruzione e nei costumi delle sue bambole, dal lino e cotone all'organza di seta e ai pizzi vintage. I capelli sono realizzati con filati di lana e ciniglie di cotone cuciti a mano in posizione.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 7 di 9 Identità personale Ogni testa è una tela bianca in attesa di espressione artistica. 'Prima ricamavo i lineamenti del viso, ma ora uso tessuti e colori acrilici per colorare la carnagione e dare a ogni bambola il suo carattere e personalità', afferma Cozbi.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 8 di 9 Dettagli di finitura Una volta dipinta la testa, Cozbi inizia i dettagli finali; questo può includere qualsiasi cosa, dalle perline e ricami a mano al patchwork e alle lettere dipinte. A seconda della bambola, potrebbe essere necessaria un'intera settimana per essere completata.   questa immagine non è disponibile Team di progettazione piattaforme multimediali 9 di 9 Ingrid, Faye e Rosehead Poiché ogni bambola è una creazione unica, alcune delle bambole più grandi possono richiedere più di un mese per essere terminate, con un'intera settimana richiesta per i dettagli della corona. 'A volte realizzo una serie di corpi, tagliandoli, imbottindoli e assemblandoli in modo da avere forme in attesa di lavorare', afferma Cozbi. 'Poi dedicherò il mio tempo al lavoro manuale più fine di dipingere i volti, apporre i capelli e bordare a mano e ricamare la corona', aggiunge.

'Il viso determina il costume', dice Cozbi, che disegna e cuce a mano ogni vestito utilizzando una combinazione di tessuti nuovi e vintage. I costumi spaziano da semplici abiti in cotone stampato a creazioni couture realizzate con sete, tulle tinti a mano e pizzi vintage e rifiniti con delicati dettagli di sartoria. Cozbi crede che le cose a cui teniamo di più siano quelle fatte bene e create con amore. Per collezionisti e fan, 'amato' sembra una parola adatta per i suoi munecas unici.

Nella foto: Un trio di munecas -- Ingrid (al centro), con le sue abbondanti trecce di ciniglia nera e il vestito di lino bianco fresco, siede tra Faye (a sinistra), con la sua corona di perline, gonna di seta vintage e corpetto di cotone floreale, e Rosehead (a destra) , giustamente chiamata per la sua corona di rose secche in miniatura. Prossimo William H. Roy, artista popolare Pubblicità - Continua a leggere di seguito